FIERA DEL LEVANTE, LA 72ESIMA EDIZIONE DAL 13 AL 21 SETTEMBRE

La Francia sarà l’ospite d’onore della 72esima edizione della Fiera del Levante.

In aumento le delegazioni estere. Ricca offerta espositiva

La partecipazione della Francia in qualità di ospite d’onore, un incremento delle delegazioni estere, la riconferma dei Saloni specializzati e della Galleria delle Nazioni che negli anni hanno decretato il successo della manifestazione: si presenta così la 72esima edizione della Fiera del Levante, la più grande e importante rassegna multisettore del Mediterraneo, in programma a Bari dal 13 al 21 settembre.

La Francia occuperà un padiglione di 500 metri quadri nel quale sarà presente il meglio della produzione artigianale (dai tessuti ai saponi) ed enogastronomica (formaggi, vini, dolciumi). Inoltre uno sportello della Camera di Commercio italiana a Marsiglia favorirà i contatti tra le piccole e medie imprese italiane e francesi. Interverrà anche una significativa delegazione istituzionale nell’ambito degli accordi tra la Regione Puglia e la Regione delle Alpi marittime.
Ancora più grande rispetto al 2007 lo spazio riservato al Sud Australia mentre, dopo tanti anni, ci sarà la partecipazione ufficiale dell’Egitto. La Fiera, poi, applicherà delle agevolazioni particolari nei confronti dei Paesi africani, il cui numero è in aumento rispetto al passato così come quello delle delegazioni estere, che arriveranno non soltanto dai Balcani e dal Nord Africa ma anche dal Baltico (come la Lettonia).

Immancabile, poi, l’appuntamento con la Galleria delle Nazioni, che permetterà di “viaggiare” in tutto il mondo, grazie alla presenza di numerosi espositori che proporranno il proprio artigianato tipico, in un suggestivo ambiente multietnico.
Sempre sul piano dell’offerta espositiva ritorna, dopo gli ottimi risultati dell’ultima edizione e con una formula ancora più ricca, Agrimed, interamente dedicata al settore dei prodotti agroalimentari. Protagoniste ancora una volta le Regioni, le Province, i Comuni e le comunità montane, i consorzi, le cooperative e le aziende che presenteranno il meglio delle produzioni locali, con un occhio alle politiche regionali adottate in materia e alle tecniche utilizzate.

Motus offrirà un’ampia esposizione di veicoli, auto e moto, ma anche i migliori marchi di accessori per tutti gli estimatori che desiderano dare un tocco personale al proprio mezzo.
Il Salone dell’Arredamento proporrà il meglio dell’Italian style ai compratori italiani e a quelli, sempre più numerosi, dei Paesi balcanici e mediterranei e sarà collegato a Edil Levante Abitare. Il visitatore potrà, dunque, passare dalle merceologie dell’edilizia abitativa (rivestimenti, pavimenti, infissi, impiantistica) alle piscine e alle attrezzature e ai mobili per esterni, sino agli arredamenti e alle soluzioni per vivere la casa (mobili e complementi d’arredo).

Conferma anche per la sezione espositiva dedicata ai Beni di Consumo – con stand di abbigliamento, pellicceria, pelletteria, artigianato tipico, gastronomia – e per Business Centre, un momento di incontro ideale per tutti gli enti pubblici e privati, per le compagnie di assicurazione, gli istituti di credito, il settore finanziario ed in generale per tutti coloro che a vario titolo forniscono servizi reali alle imprese e alle famiglie.

Cospicuo il numero delle presenze espositive istituzionali, con stand e padiglioni di ministeri, enti territoriali, grandi gruppi industriali e del terziario, istituti bancari, aziende del mondo dell’informazione e delle telecomunicazioni. In particolare hanno finora confermato la propria partecipazione Regione Puglia, Provincia di Bari, Camera di Commercio di Bari, Unione delle Camere di Commercio, Confindustria, Esercito italiano, Anas, Poste Italiane, Inail, Eni, Editalia, Amgas, Rai, Sky, Telenorba, Canale 7, Puglia Channel, Gazzetta del Mezzogiorno, Edisud.

In programma, poi, convegni, workshop e conferenze stampa, a cui prenderanno parte esponenti di spicco del mondo politico ed economico nazionale e locale e durante i quali verranno approfonditi i temi ‘caldi’ del Paese e le questioni legate al Mezzogiorno e alle riforme istituzionali. Un’occasione importante di confronto, che renderà ancora una volta la Fiera palcoscenico privilegiato del dibattito nazionale.

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.