La scuola leccese entra istituzionalmente nel social network, è la prima scuola in Italia

Non un gruppo di ex studenti (come ce ne sono a migliaia)

ma una presenza ufficiale che sfrutta il nuovo e potente canale comunicativo.

Già on line alcune foto degli anni 40 e 50.

Dei social network si sente parlare ormai da qualche anno e Facebook, in particolar modo, non si fa che nominarlo. La domanda di rito fra giovani e meno giovani è oramai divenuta “stai su Facebook?”. Come poteva allora una scuola attenta e avanguardista come l’Istituto Costa di Lecce non rendersi conto delle potenzialità comunicative offerte da questa nuova piattaforma? E infatti l’ha fatto. Come al solito, la scuola leccese non è stata semplicemente lì a guardarsi scorrere la vita accanto ma ha preso immediatamente una tavola (in questo caso il mouse) e ha cavalcato l’onda.

Tutte le scuole del mondo sono probabilmente “presenti” sul network, ma è una presenza passiva espressa dagli infiniti gruppi di aggregazione creati dagli studenti o dagli ex studenti. Il Costa, invece, entra di petto creando una propria identità nella rete e istituendo un gruppo “ufficiale” della scuola dove tutti gli interessati possono iscriversi. In questo modo la scuola ha la possibilità da oggi in poi di utilizzare il canale comunicativo più attuale e più in voga per interagire con l’esterno. Nel nostro caso, l’esterno è rappresentato da quattro macro categorie: gli studenti attualmente frequentanti, gli studenti di terza media che hanno intenzione di iscriversi, i diplomati e tutte gli utenti che utilizzano regolarmente la piattaforma ‘facebookiana’ per le loro comunicazioni interpersonali.

Il gruppo ufficiale della scuola leccese è denominata “Quelli dell’ITC Costa di Lecce” ed è raggiungibile all’indirizzo:
www.facebook.com/group.php?gid=62446863053. E’ nato da pochissimi giorni, nessuno ne sa ancora nulla, eppure conta già oltre 150 iscritti. Il network funziona così, è sufficiente che lo sappiano in tre persone e, tramite le comunicazioni tra gli “amici” e gli inviti ad entrare nel gruppo, il numero di iscritti inizia a crescere in modo esponenziale. Tutti possono inserirsi e scrivere sulla “bacheca” della scuola, inserire nuovi argomenti di discussione o partecipare alle discussioni già aperte. Rappresenta anche un utilissimo strumento di interazione a distanza tra il docente ed i propri alunni, si può (…e si sta facendo), infatti, collaborare alla creazione di un nuovo sito web dove ognuno svolge il proprio compito a casa propria e la scuola pubblica direttamente i lavori man mano che giungono dai ragazzi.

Piacerà agli studenti della scuola?

E’ sufficiente andare a leggere con quanto entusiasmo pubblicano i loro “post” e vedere la quantità di fotografie già “caricate” nell’album del gruppo per averne un’idea piuttosto nitida. Curiose alcune foto di allievi risalenti agli anni ’40 e ’50.

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.